skip to Main Content
Glossario Dei Termini Web Marketing
Tempo di lettura: 3 minuti

Una veloce serie di termini utili che si utilizzano in campo di Digital e Web Marketing

A/B test: esperimento in cui confrontiamo due pagine web per capire quale converte di più

Active campaign: strumento di automazione, utilissimo per il marketing via email

Ads: Pubblicità web, può essere su Facebook in forma di post sponsorizzato, annuncio su google, banner, etc..

Automazioni: sequenza di operazioni automatiche, possono essere sequenze di mail, annunci, etc..

Backend: prodotto acquistabile solo da chi ha acquistato la nostra offerta principale

Bump Offer: offerta che facciamo direttamente nel carrello della frontend o backend ( ci si può sbizzarrire )

Call to action (CTA): invitare gli utenti ad agire, ad esempio ( compra ora, scarica adesso, iscriviti
subito etc.. )

Clickfunnels: software che permette di creare landing page e funnel completi in modo semplice

Coffee Offer: “offerta caffè”, offrire un prodotto ad 1$ per una settimana per trasformare un estraneo in cliente, e completare l’acquisto alla fine della prova gratuita.

Conversione: azione che gli utenti compiono che per noi ha valore, come iscrizione a newsletter, acquisto, etc..

Copy: testo scritto seguendo le logiche del copywriting, ovvero, scrivere in maniera coinvolgente, puntando ai bisogni dell’utente e offrendo soluzioni.

CPC: costo per click, quanto paghiamo per ogni click sui nostri annunci

CTR (Clickthrough Rate): percentuale di persone che hanno ricevuto un contenuto, visto una pubblicità, aperto una mail, che poi clicca su un link o bottone, e quindi esegue un azione.

Downsell: “vendere in giù”, ovvero prodotto o servizio con un costo inferiore che offriamo dopo l’offerta principale.

Form: modulo da completare, lo usiamo per acquisire i dati dei nostri utenti e trasformarli in lead

Launch: “lancio”, lo usiamo per indicare il lancio di prodotti o servizi, spesso abbinato a varie strategie ( tipo il Jeff Launch ).

Lead: persona di cui abbiamo ottenuto un contatto, potenzialmente interessata al nostro servizio o prodotto

Lead generation ( catturare l’audience ): generare lead, raccogliendo contatti tramite form o questionari.

Lead Magnet: prodotto, servizio, offerta da dare in cambio di un contatto mail/telefonico, per ottenere un lead

Lifetime Value: valore che ha un utente durante tutto il periodo nel quale sarà nostro cliente, si usa per capire quanto siamo bravi a riconvertire i nostri utenti e quanto possiamo davvero spendere in acquisizione.

Opt-out: comunicare esplicitamente di non voler più ricevere le nostre comunicazioni a scopi di marketing (disiscriversi dalle mail, etc..)

Ottimizzare: migliorare le prestazioni di un funnel, quindi aumentare le conversioni.

Plugin: software con funzionalità aggiunte che possiamo installare in wordpress

PPC: Pay per click, campagne di ads dove paghiamo per ogni click che riceviamo

Prospect: persona che ha dimostrato di essere interessata al nostro servizio o prodotto

Reciprocità: hai fatto qualcosa per me, io voglio fare qualcosa per te

Remarketing/retargeting: inviare pubblicità o mail a persone che hanno dimostrato un interesse nei nostri confronti, che hanno letto il nostro blog, visitato il nostro sito, letto le nostre email, interagito con le nostre pubblicità, etc..

Reverse engineering: processo attraverso il quale analizziamo il funnel e le offerte dei nostri competitor

Risonanza: le persone comprano da chi apprezzano o stimano, farci “voler bene” ed empatizzare è importante

Ryan Magnet: pagina che raccoglie informazioni dagli utenti secondo i criteri del ryan survey

Ryan Survey: tipologia di questionario che ci permette di ottenere informazioni rilevanti dai nostri potenziali clienti

Scarcity: Scarsità, ce ne sono pochi!

Score: punteggio, lo usiamo per indicare un valore che diamo ai singoli utenti, in base alle azioni che fanno. Rispondere ad una mail può avere punteggio 3, visitare una pagina 4, etc..
Segmentare : dividere la nostra audience in base a caratteristiche demografiche ( età, sesso ), psicografiche ( interessi, bisogni, necessità) o in base ad altri criter specifici.

SOS: Soap Opera Sequence, sequenza di mail che usiamo per comprendere gli interessi delle persone nel nostro funnel.

Storytelling: agli esseri umani piacciono le storie, raccontare storie nel nostro copy terrà i nostri utenti più ingaggiati con noi

Tag o script: codice da installare sul nostro sito, intendiamo quindi quelli di google analytics, facebook, etc..

Tag o Taggare: etichettare gli utenti del funnel, utile per seguire chi ha fatto determinate azioni per inserirlo o escluderlo dalle nostre automazioni

Tool: strumento

Tripwire: offerta speciale che ci permette di trasformare estranei in clienti, spesso facendoci andare in pari o in perdita.

True fan: utente fedele al nostro brand, che ha acquistato i nostri prodotti e ci segue nelle nostre community

Typeform, Survey Slam: software che permettono di realizzare questionari in modo semplice.

Upsell: “vendere in su”, ovvero offerta che facciamo dopo la frontend per aumentare la resa del funnel, che costa di più del prodotto principale.

Urgency : urgenza, hai poco tempo per agire

Url: indirizzo web, tipo www.google.it

WordPress: piattaforma gratuita che permette di realizzare blog, siti, ecommerce, etc..

Zapier: strumento che permette di collegare insieme varie applicazioni, come ad esempio, Gmail con Active Campaign.

Back To Top