Gestire un sito web multilingua con Analytics

Avete un sito web multilingua sullo stesso nome a dominio e volete gestire le statistiche in modo separato?

Google Analytics ha una soluzione molto rapida che vi permetterà di fare ordine in tutti i vostri dati.

Si parte con l’installazione di una Proprietà classica, una volta ottenuta e installata, procediamo con la creazione di Nuove Viste per il numero di lingue che abbiamo nel nostro sito web. Non modifichiamo nulla in questo momento, limitiamoci alla creazione e al salvataggio.

Manteniamo sempre la Vista di default che il signor Google ci ha creato inizialmente, ci servirà per avere i dati globali ed anche per un backup: ricordatevi che le viste filtrate, non collezionano dati se non rispettano i filtri impostati, e potreste perdere dati molto importanti.

Fatto questo dobbiamo capire come il nostro sito web gestisce i livelli di lingua. Solitamente, se utilizziamo WordPress e i plugin che la rete mette a disposizione, avremo una struttura a sottodirectory con il codice lingua.

Ad esempio: miositoweb.it/it/, miositoweb.it/en/

Capita la gestione, ci spostiamo nella prima vista, entriamo nell’amministrazione e ci rechiamo nei Filtri, creando il primo per la nostra lingua.

Diamo un nome al nostro filtro, e iniziamo la configurazione.

In questo caso possiamo utilizzare un filtro standard, andremo a includere solamente il traffico verso le sottodirectory che contengono il nostro codice lingua: /codice/. Potete anche attivare la distinzione tra minuscole e maiuscole. Fate questo per tutte le vostre lingue e da questo momento, inizierà a collezionare i dati separati e filtrati. La nostra Vista di default invece, avrà sempre i dati globali

Fate anche attenzione a non dimenticare gli slash: se utilizzate solo /de rischiate che un articolo con URL miosito.it/it/de… faccia scattare il filtro e sporchi i vostri dati.

Buona analisi dei vostri siti web!

Ti piace questo articolo?

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su linkedin
Condividi su Linkdin
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest

Lascia un commento